Guida ai servizi

La Guida ai Servizi nasce dall’esigenza di avvicinare l’Ufficio ai cittadini ed al territorio in cui esso opera, migliorandone i rapporti e semplificando la fruizione dei servizi.
L’intento principale è quello di favorire la conoscenza dei servizi forniti dal Tribunale, informare sulle modalità di accesso e di erogazione, consentendo un primo contatto tra l’Amministrazione della Giustizia e l’utenza, che permette di ottenere informazioni senza la necessità di doversi recare, nei limiti del possibile, presso gli uffici per la loro acquisizione.
La guida offerta, però, non ha, né potrebbe avere, la pretesa di essere esaustiva e contiene informazioni che riguardano, in via principale, quelle attività di natura prevalentemente amministrativa o di “volontaria giurisdizione” che non richiedono in linea di massima l’assistenza tecnica di un professionista, fermo restando che per la consulenza legale è sempre necessario rivolgersi ad un avvocato.
Si precisa che per procedimenti di “volontaria giurisdizione” si intendono quelli caratterizzati dal fatto che non vi sono due o più parti contrapposte, portatrici di interessi in conflitto (sempreché il procedimento non attenga alla tutela di situazioni sostanziali di diritti o di stati della persona, nel qual caso è sempre necessario l’assistenza di un difensore).


Asseverazioni di perizie e traduzioni
Cos'è

E’ la procedura che dà valore tra privati o tra privati e Pubblica Amministrazione alla perizia stragiudiziale o alla traduzione in italiano di un documento redatto in lingua straniera, per mezzo del giuramento prestato davanti al cancelliere.
Le perizie stragiudiziali consistono in elaborati scritti vertenti su questioni tecniche che presuppongono, in chi le redige, il possesso di particolari conoscenze tecnico scientifiche.

Normativa di riferimento

Art. 5 R.D. n. 136 del 9/10/1922; D.M. 04/01/1954 n. 2011 (Cat. 22).

Chi lo può richiedere

L’asseverazione può essere richiesta da chi ha redatto la perizia stragiudiziale o la traduzione del documento.
Non è prevista alcuna competenza territoriale per cui l’asseverazione può avvenire presso qualsiasi ufficio giudiziario.
Il traduttore, al fine di garantire l'imparzialità e la veridicità sulla traduzione, deve essere estraneo all'atto da lui tradotto.

Cosa occorre

Elaborato presentato debitamente datato e sottoscritto dal perito e/o traduttore, con allegato verbale di giuramento da sottoscrivere davanti al funzionario dell’ufficio, che ammonisce il perito o traduttore ai sensi della legge [art. 483 c.p. e art. 193 c.p.c.] sulle responsabilità derivanti da false dichiarazioni.
Se la perizia o la traduzione devono essere trasmesse all'estero è necessario la legalizzazione della firma del funzionario ad opera della Procura della Repubblica presso il Tribunale.

Dove si richiede
  • Cancelleria Volontaria Giurisdizione

    Primo piano (nuovo edificio)

    telefono 091-8152263 - 247

    Tutti i giorni, dal  lunedì al venerdì dalle ore 08.45 alle ore 12.45

Quanto costa

La relazione [perizia o traduzione] deve essere redatta in bollo di € 16,00 per ogni 4 facciate [di 25 righe ciascuna], compreso il verbale di giuramento. Deve essere applicata, inoltre, una marca di € 2,00 per ogni Allegato [disegno, fotografia, calcoli, computi metrici, ecc.].
Le esenzioni da bollo sono applicabili esclusivamente nei casi previsti dalla Tabella Allegato B del D.P.R. 642/1972.

Tempi medi di erogazioneRilascio immediato.